Stipan Tadić - Il vizio della pittura e altre storie

Stipan Tadić - Il vizio della pittura e altre storie

da Gio, 28/06/2018 a Sab, 15/09/2018

A Trieste, dal 28 giugno al 16 settembre 2018, la galleria MLZ Art Dep presenta la personale dell'artista croato Stipan Tadić dal titolo Il Vizio della pittura e altre storie

 

La pittura di Stipan, giovane artista di Zagabria, manifesta in questa mostra quella che sembra essere un diretta derivazione della tradizione Naif della scuola di Hlebine, piccolo comune della Croazia nord-orientale con meno di 2000 abitanti ai confini con l'Ungheria che fu casa del maestro indiscusso Ivan Generalic. Premesso questo, nella serie dei grandi dipinti ad olio dedicati alle montagne croate, L'artista descrive nel suo debito alla tradizione, forme naturali e piccole concentrazioni urbane riprese dall'alto che mostrano un'attitudine quasi orografica, ma lo fa senza riferimenti fotografici o posizionamenti al cavalletto, bensì utilizzando la memoria delle sue escursioni e le mappe geografiche, attraverso le quali archivia dipingendoli minuziosamente picchi di montagna o profili di colline ricoperte di foreste immerse in una luce che ne stravolge ironicamente il realismo cromatico.

Il vizio della pittura, così come definito dai padri di quei contandini-pittori che“rubavano” del tempo alla fatica dei campi per dedicarlo alle arti e che diedero vita ad uno dei fenomeni culturali più rilevanti della storia della pittura yugoslava, è per Tadić motivo di riconoscibilità e di appartenenza.

 

La presenza del mondo contemporaneo appare invece più evidente nella serie di opere su carta dal titolo “Motivi dei dintorni di Zagabria” che ritraggono divertenti scene di vita dei paesi dell'interland urbano della capitale. Alle attività agricole di inizio Novecento e ai loro rituali si sostituiscono le meste insegne di improbabili bar di periferia con le le facce rassegnate degli avventori di un nuovo tempo in cui la disoccupazione ha sostituito il lavoro contadino, ma dove al tempo stesso appare ancora vivido il legame tra generazioni. La semantica contemporanea giovanile, a cui lo stesso Stipan per questioni anagrafiche appartiene, fatta di telefonini, mountan-bike e felpe con il cappuccio, si innesta in un impianto pittorico volutamente tradizionale, capace di creare nello spettatore un forte interesse per la narrazione.

 

Stipan Tadić è uno dei giovani artisti croati più attivi sulla scena internazionale. Dopo aver frequentato l'Accademia di Belle Arti di Zagabria, considerata la giovane età, il suo curriculum annovera mostre in spazi pubblici e privati internazionali di primo piano, da Vienna a Berlino, fino a Mosca ed Abu Dhabi. Tra le residenze d'artista si menzionano quella presso Art Hub di Abu Dhabi, presso la Cite internationale des Arts di Parigi. La Columbia University di New York ha recentemente invitato l'artista, selezionato tra vari, alla frequentazione del Master in fine Art (MFA degree in painting) fino al 2020.

 

Stipan Tadić Il Vizio della pittura e altre storie

 

MLZ Art Dep

Trieste, Via Galatti 14

28 giugno - 16 settembre 201

 

Inaugurazione: giovedì 28 giugno 2018, ore 18.30

Orari: da giovedì a sabato 17.00 - 19.30 e su appuntamento

 

marco@mlzartdep.com

www.mlzartedep.com

Stipan Tadić, Biokovo, 2017, oil on canvas, 230 x 290 cm
Stipan Tadić, Selfportrait, 2012, oil on canvas, 90 x 60 cm
Stipan Tadić, Sljeme, 2017, oil in canvas, 150 x 290
Stipan Tadić, O-turopolje, water colour on paper, 34 x 25 cm